Molte volte capita di ricevere in regalo gioielli, che nella vita non utilizziamo più, ciò rappresenta uno spreco di soldi, di materie prime del pianeta, un rischio nell’avere in casa dell’oro e ancora prima, contanti mancati.

 

Ecco cosa puoi fare con l’oro che non utilizzi più

Molti possono essere i bracciali, le collane, gli orecchini, i collier, i completi in oro e argento mai utilizzati, perché passati di moda, perché non di proprio gusto, insomma, che ora non vengono affatto utilizzati, quindi sono accantonati in cassetti e casseforti senza essere davvero utili, magari alle nostre tasche.

 

Vecchie monete, lingotti, rottami, componenti elettroniche, possono essere rivenduti e trovare finalmente un’utilità! Ecco la soluzione, sgomberare lo spazio e liberarsi di oggetti per ricavarne contanti, che possono aiutarci a realizzare un sogno, acquistare un regalo più utile o maggiormente apprezzato, può essere sicuramente la scelta più saggia.

Come vendere oro. Ecco alcune indicazioni

Per vendere il proprio oro basta seguire delle operazioni, che servono a tutelare dalle truffe venditore e acquirente. Sempre più sono le persone che scelgono di liberarsi del loro oro e di venderlo.

 

Trattandosi di un metallo prezioso è fondamentale la scelta di professionisti ai quali affidarsi, che, quindi, proprio come da normativa vigente, devono essere iscritti nell’elenco degli operatori specializzati, un registro che è reperibile nel sito online della Banca d’Italia.

La presenza di un esperto all’interno di questo registro garantisce la serietà e l’onestà dell’operatore e in questo modo sarete tutelati da eventuali truffatori, i quali purtroppo non mancano mai e sono capaci di incantare sapientemente le loro “prede” adescandole con pubblicità appositamente studiate.

 

Prima di recarsi in un negozio è importante pesare i propri oggetti, questa attività è possibile utilizzando una bilancia di precisione, in questo modo anche voi conoscerete il peso del vostro oro e non vi farete soggiogare da malintenzionati.

 

Una volta ottenuta la caratura dei propri oggetti preziosi, bisogna calcolare il valore applicando la quotazione di mercato al momento della vendita dell’oro. Molti oggetti d’oro sono stati precedentemente lavorati insieme ad altri materiali, infatti in molti casi l’oro è a 18 carati.

 

Come puoi fare una prima valutazione del tuo oro?

La vendita dell’oro può sembrare una procedura difficile, in realtà comprende solo passaggi utili a identificare il prodotto per poter tutelare il venditore e il compratore. Trattandosi di un metallo prezioso è ovvio che sia necessaria maggiore accortezza e attenzione nella compravendita, nulla che chiunque non possa fare.

 

Per consultare le quotazioni del mercato dell’oro basta semplicemente navigare nel web e accedere a uno dei tanti siti specializzati in materia, dove sarà possibile verificare in tempo reale tutti i valori, in questo modo il calcolo del valore degli oggetti diventa semplice, attraverso una rapida operazione. Suggeriamo i siti web indipendenti kitco.com e goldprice/euro.Com.

 

Questa operazione consiste nel quantificare la caratura di un oggetto, eliminando tutte le parti non in oro, quali per esempio le pietre preziose, quindi il peso finale farà riferimento esclusivamente alle parti in oro.

 

L’oro puro ha un peso di 24 carati, solitamente viene utilizzato l’oro a 18 carati, ciò significa che un oggetto può essere composto da 750 parti di oro su 1000. Inutile dire che maggiore è il numero dei carati e più alto sarà il valore dell’oggetto.

Supervalutiamo il tuo oro e il tuo argento subito e in contanti!
Oro6 Banco dell’Oro solo a Taranto in via Pupino 83

 

FAQ

626 Visitatori